Cosa visitare vicino Roma: Tivoli da non perdere

Cosa visitare vicino Roma Tivoli da non perdere

Si sa, Roma è una città che offre miriadi di possibilità dal punto di vista turistico: sebbene sia in una difficoltà che ha pochi precedenti nella storia moderna, per chi la visita per pochi giorni la Città Eterna mantiene un fascino impareggiabile. Soprattutto se si è appassionati di arte poi è impossibile non rimanere incantati di fronte a cotanta bellezza: ma se avete visitato in lungo e in largo l’Urbe, vi sarà venuta la curiosità di vedere altri posti ad essa limitrofi, con altrettanta bellezza da mostrare. In questo articolo vogliamo darvi qualche dritta per visitare un posto vicino Roma che vi rimarrà nel cuore.

Tivoli e le sue ville

A trenta chilometri dal centro di Roma, è infatti presente la città di Tivoli che rappresenta un piccolo gioiello soprattutto per la presenza di tre ville che hanno natura, storia e bellezze completamente diverse l’una dalle altre. Raggiungere Tivoli da Roma è tutt’altro che complicato: è possibile farlo con l’automobile, con i mezzi e con il treno in un tempo che varia a seconda del traffico, il vero fardello della Capitale. Una volta raggiunta la cittadina di Tivoli avrete l’opportunità di visitare tre spettacolari siti:

  • Villa D’Este: le sue fantastiche fontane e giochi d’acqua ne hanno fatto uno dei patrimoni dell’Unesco presenti sul territorio italiano. E’ situata nel pieno centro città e si visita in un’ora di passeggiata in cui avrete modo di farvi trascinare all’interno di un’atmosfera magica a irripetibile. Un esempio è rappresentato dalla caratteristica Fontana dell’Organo che in orari scanditi all’interno della giornata risuona grazie agli incredibili sincronismi dell’acqua.
  • Villa Adriana: la dimora estiva dell’imperatore Adriano è situata poco più distante (più vicino a Roma se si proviene dalla Capitale) ed è un concentrato di reperti storici dell’Antica Roma. In una passeggiata emozionante avrete modo di essere catapultati all’interno di un periodo storico sempre molto affascinante.
  • Villa Gregoriana: si tratta di un sito che ha meno risalto e fama rispetto ai due precedenti ma che negli ultimi anni, grazie alla valorizzazione posta in essere dal Fai, è stato assolutamente riqualificato. Per chi non vuole perdersi l’incredibile connubio tra natura, storia ed arte, la villa è un gioiello imperdibile.

Quando venire a Tivoli: ecco il periodo migliore in cui visitarla

Uno dei periodi dell’anno in cui è più indicato visitare Tivoli è senz’altra quello estivo: lo facevano gli antichi romani, per trovare ristoro dalle calure della città, lo fanno ancora gli abitanti dei paesi limitrofi e i turisti accorsi a visitare la Capitale, che si ritrovano proprio qui per godere delle bellezze della città. Non vanno infatti dimenticati le menzioni al

Tempio di Vesta e Sibilla, la Rocca Pia e il Santuario di Ercole Vincitore, altri siti che vanno assolutamente visitati nel corso del viaggio in città. Ma non solo cultura a Tivoli: dopo le passeggiate nelle ville e nel centro città, ne siamo certi, avrete voglia di assaporare le prelibatezze della cucina tiburtina: in questo articolo dedicato, sono stati elencati i migliori ristoranti presenti a Tivoli in una raccolta che di sicuro non vi lascerà insoddisfatti.

Tradizioni di Tivoli: festa dell’Inchinata e fiera di San Giuseppe

Come detto il centro di Tivoli in estate, si riempie di turisti e abitanti del luogo per godere di un po’ del fresco che la città si riserva quando ribolle la Capitale: in questo senso, l’apice è raggiunto nelle ore che precedono il giorno dell’Assunzione, la sera del 14 agosto, in cui si svolge la tradizionale Festa dell’Inchinata. Un modo per vivere la celebrazione di uno dei momenti più importanti della cristianità. Altra giornata da non dimenticare per chi volesse vivere la tiburtinità dal di dentro, è quella della Fiera di San Giuseppe: i tiburtini si riversano nelle strade per partecipare alla tipica fiera del 19 marzo, in cui si avrà la possibilità di assaporare i rinominati bigné, una dolce squisitezza a cui è impossibile resistere.