Tipografie online, come funzionano e quali servizi offrono

Tipografie online, come funzionano e quali servizi offrono

Con l’avvento del digitale, le abitudini di produzione e di consumo dei clienti sono cambiate radicalmente. Uno dei settori che si è tenuto di più al passo coi tempi è di sicuro quello tipografico. Fino a qualche anno fa, era impensabile ordinare i propri biglietti da visita, stampare i propri libri oppure ordinare degli opuscoli informativi sulla propria azienda dal divano di casa nostra. Eppure, il grande Villaggio Globale di cui ha ampiamente parlato il sociologo Marshall McLuhan, si è arricchito anche di negozi.

Vediamo allora come lavora una tipografia online e quali prodotti mette a disposizione.

Quali prodotti mettono a disposizione?

Questa tipologia di piattaforme produce un numero inquantificabile di prodotti che possono essere: block notes, menu per ristorante, biglietti da visita personalizzati, shopper personalizzate e molto altro. Il limite per quanto riguarda la stampa online è solo la tua fantasia. Su questi portali, attraverso dei box specifici, è possibile caricare i file che rappresentano il layout del tuo stampato.

Cos’è il layout?

Il Layout è l’organizzazione grafica che vuoi dare al prodotto.

Durante questo passaggio, la maggior parte dei siti mette a disposizione un’assistenza tecnica che ti facilita il lavoro. Successivamente, è possibile scegliere il formato, le dimensioni ed il materiale da utilizzare per rendere il tuo prodotto performante.

Gli allestimenti dei prodotti

Quando utilizziamo il termine “allestimenti” in ambito tipografico, parliamo di una serie di lavorazioni che possono aiutare il clienti a soddisfare le proprie esigenze.

Prime su tutti, sono le attività che fanno riferimento alla rilegatura dei fogli come: la brossura fresata ed il filo refe.

La brossura fresata è detta anche brossura a colla e viene utilizzata per gli stampati che non superano le 150 pagine ma che abbiano almeno 32 facciate. Le segnature delle pagine vengono tagliate sul dorso da una fresa e cosparse di colla per farle aderire alle copertina.

Le colle utilizzate sono di due tipologie: Etilene Vinil Acetato e la Poliuretanica Reattiva.

Per quanto riguarda la brossura a filo refe, invece, le segnature sono cucite fra loro per rimanere unite.

Quali lavorazioni eseguono

Per esaudire le richieste dei consumatori, queste aziende fanno molta attenzione al dettaglio. Per questo, gli operai che ci lavorano, si dedicano completamente alla realizzazione di tali stampati.

Dopo aver stampato, gli operai di queste tipografie si occupano del ritaglio dei prodotti appena stampati per far raggiungere le dimensioni giuste. Per fare questo tipo di lavorazione, le tipografie online hanno a disposizione una serie di macchinari di precisione che consentono il giusto taglio del prodotto.

Le altre lavorazioni di cui si occupa una tipografia sono:

  • l’incollatura: l’operazione che serve ad unire tutte la pagine fra loro;
  • la fustellatura: è la fase in cui un nastro di metallo tagliente incide sui le parti che successivamente devono essere eliminati.

Come avviene la plastificazione?

Questa pratica viene utilizzata nella maggior parte dei casi nella stampa di biglietti da visita.

Viene applicata una sorta di pellicola speciale sulla superficie stampata per proteggere questi strumenti di promozione. Sono molto utili per quella tipologia di imprenditori che sta sempre in giro ad incontrare continuamente clienti e potenziali clienti.

Oltre a fornire una protezione, la plastificazione è molto utile nella personalizzazione del prodotto sia dal punto di vista visivo che da quello del tatto. Infatti, a seconda della tipologia di pellicola che vogliamo usare possiamo avere dei risultati tipo:

  • se si sceglie la Patinata lucida: la brillantezza dei colori e delle grafiche è davvero accentuata;
  • se sceglie la Opaca: la principale funzionalità è quella protettiva. Ma allo stesso tempo mette in risalto gli elementi testuali permettendo all’occhio di non affaticarsi troppo. Conferisce eleganza e prestigio ai prodotti. L’impiego principale di questo tipo di plastificazione è riscontrabile nelle brochure;
  • se invece, si sceglie la Soft Touch: si ha un effetto vellutato al tatto. Questa opzione è scelta dagli imprenditori che vogliono ampliare la sfera della sensorialità non fermandosi soltanto alla vista. Infatti, regalando una sensazione ad un cliente che riceve il tuo biglietto da visita, hai maggiori possibilità di essere ricordato.

Insomma, una tipografia online non ha molte differenze rispetto ad una tradizionale. Le uniche differenze riguardano la procedura di caricamento del file e soprattutto, la consegna a domicilio. In più, sei costantemente seguito dall’assistenza tecnica messa disposizione dai portali che ti accompagno durante tutto il percorso fino alla consegna da parte del corriere.