Lavaggio rapido: come farlo per avere i massimi risultati

Lavaggio rapido: come farlo per avere i massimi risultati

Vi è mai capitato di avere pochi indumenti da lavare e rinviare quindi un ciclo di lavaggio? Allo stesso modo, di certo sarà successo che abbiate avuto bisogno di lavare degli abiti non particolarmente sporchi ma di non aver avuto abbastanza tempo a disposizione. In entrambi i casi forse avete valutato il ciclo ‘lavaggio rapido’, desistendo perché forse lo considerate poco efficace. Leggete attentamente allora questa guida, nella quale vi spiegheremo perché il lavaggio veloce è la soluzione migliore in certe occasioni e vi indicheremo come farlo al meglio.

L’evoluzione dei lavaggi: dal cotone alla seta

Non c’è ormai lavatrice in commercio che non offra la funzionalità ‘lavaggio rapido’.
Sono finiti ormai i tempi in cui le nostre nonne passavano ore a lavare gli indumenti, e sono finiti anche i tempi in cui le donne passavano la maggior parte del tempo in casa.
Non è tutto però.
Un tempo gli abiti erano quasi tutti realizzati in cotone o lino. Oggi, con il diffondersi delle fibre sintetiche e degli indumenti in seta, non si possono fare più carichi importanti, ma si suddividono gli stessi in lavaggi differenti a seconda di cosa si debba lavare.
Se poi si unisce questa considerazione al fatto che le donne di oggi sono sempre molto impegnate, si capisce come le casi produttrici di lavatrici vadano sempre più incontro alle loro esigenze.
Molto utili sono in tal senso proprio i lavaggi rapidi, ed è buona norma scegliere un modello di elettrodomestico che abbia un’ampia varietà di scelta, a patto di non rinunciare mai all’efficienza del lavaggio.
In questo le lavatrici Ignis mantengono le promesse.

Lavaggio rapido: come funziona esattamente

Il lavaggio rapido, esattamente come dice il nome, lava gli indumenti in lavatrice in meno tempo di un ciclo normale.
Questo però non va a discapito della qualità del bucato che si ottiene, a patto di seguire delle regole precise.
Innanzitutto i tempi di attesa si riducono di circa la metà.
Se un ciclo normale impiega due ore infatti, un lavaggio rapido ne impiegherà circa una.
La temperatura che viene utilizzata per un ciclo rapido è inoltre generalmente inferiore di quella che potreste impostare per un lavaggio standard.
I suoi vantaggi però non si esauriscono qui.
Combinato con un lavaggio a mezzo carico, il lavaggio veloce diventa anche eco, e permette di risparmiare anche acqua ed energia elettrica.
Come abbiamo detto però, questo a patto che si seguano delle buone norme. Vediamole.

Regole per un perfetto lavaggio rapido

Come prima regola, non usate mai un lavaggio rapido per lavare capi che debbano essere igienizzati (come quelli dei bimbi piccoli) o per indumenti particolarmente sporchi.
Non usatelo nemmeno per abiti che debbano essere lavati a temperature molto alte, proprio perché in questo caso la temperatura dell’acqua è in genere inferiore.

Come ultimo consiglio, usate il detersivo in maniera appropriata per ottenere i maggiori benefici. Non abusatene, perché un ciclo breve potrebbe non avere il tempo di eliminarlo completamente dagli abiti, lasciando su di essi un residuo che potrebbe irritarvi la pelle sensibile.