Marijuana: tutti i tipi e le caratteristiche

Marijuana tutti i tipi e le caratteristiche

La marijuana light è un prodotto assolutamente da prendere in conversazione, legale infatti, privo di THC, capace di aiutare a rilassarsi intensamente. E oggi come oggi tutti hanno bisogno di rilassarsi quanto più intensamente possibile! Ma quali sono i tipi di marijuana tra cui è possibile scegliere? Quali le loro caratteristiche? Andiamo a scoprirlo insieme.

Tutti i tipi di marijuana

La cannabis può essere suddivisa in tre grandi tipologie:

  • La cannabis Sativa. La cannabis Sativa è una pianta originaria delle zone tropicali. Ha infatti bisogno di un clima molto caldo e umido per poter crescere alla perfezione, come il clima che è possibile trovare in Messico e in Colombia, in India oppure in alcune zone dell’Africa del Nord. Si tratta di una pianta di grandi dimensioni, che può arrivare anche a ben 5 metri di altezza. Ogni pianta si caratterizza per la presenza di molte foglie, anch’esse di grandi dimensioni. Si tratta di una tipologia di cannabis che riesce a garantire un intenso stato di relax, spesso consigliata anche per tutti coloro che soffrono di attacchi di panico o che vivono un momento di elevato stress o di ansia. Sembra possa essere di aiuto anche nel caso di vere e proprie crisi depressive.
  • La cannabis Indica. La marijuana Indica è originaria invece di zone fredde, dove il clima è piuttosto rigido, come ad esempio l’Himalaya. Nonostante si tratti di una pianta che ha bisogno del freddo per crescere all’ape fezione, è vero anche che necessita della luce diretta dei raggi del sole. La pianta si caratterizza per essere abbastanza bassa, al massimo infatti un metro e mezzo di altezza, e per avere un aspetto piuttosto cespuglioso. Si estende infatti più in orizzontale che in verticale. Le foglie si sovrappongono tra loro e sono in possesso di seghettature molto più profonde rispetto ad altre varietà di marijuana. Sembra che questa varietà di marijuana riesca a garantire un buon effetto antidolorifico, sedativo e rilassante.
  • La cannabis Ruderalis. La marijuana Ruderalis è originaria delle zone siberiane. È ancora più piccola della Indica e le sue foglie assomigliano un po’ a quelle di una palma, anche se sono molto seghettate. Anche le foglie sono di piccole dimensioni.

Nel settore della marijuana light si è soliti utilizzare tutte e tre queste varietà, difficilmente però in purezza. Si predilige infatti l’incrocio di diverse varietà di marijuana al fine di riuscire a dare vita ad un ibrido ad elevate percentuali di CBD e che sia in possesso anche di un sapore davvero molto piacevole al palato.

Che parte della pianta si utilizza nella marijuana light

È molto importante ricordare che per la produzione della cannabis light si utilizzano le infiorescenze della pianta femminile priva di semi, debitamente selezionate affinché contengano un livello basso, anzi diciamo irrisorio, di THC. Non si tratta insomma di infiorescenze che possano offrire un effetto psicotropo. Si tratta però di piante che contengono elevati dosi di CBD e che quindi possono garantire un effetto rilassante. Sembra che il CBD possa anche ridurre le infiammazioni, aiutare a gestire il dolore.

Dove acquistare i vari tipi di marijuana light

La marijuana light può essere acquistata oggi come oggi presso alcuni negozi autorizzati, ormai disponibili praticamente in ogni città italiana. Può essere acquistata però anche online, scelta questa che consigliamo caldamente, dato che online è possibile scovare molti prodotti di ottimo livello venduti però a prezzi competitivi rispetto alla media di mercato, tra cui anche prodotti realizzati da alcune importanti personalità del mondo dello spettacolo o della musica. Sì, sono sempre più numerosi i VIP che hanno deciso di gettarsi anche in questo settore, ottenendo un successo davvero incredibile.