www.corrieredellasera.it: come funziona il giornale digitale più letto in Italia

www.corrieredellasera.it: come funziona il giornale digitale più letto in Italia

Oggi siamo quasi tutti abituati a reperire le informazioni dai quotidiani online e diamo per scontato che i giornali cartacei possiedano anche una loro versione digitale più snella, eppure era solo il 2016 quando il direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana, annunciava le strategie che avrebbe utilizzato in futuro per implementare la distribuzione del quotidiano più letto in Italia nel mondo digitale.

Fontana, allora, aveva spiegato con attenzione tutti i cambiamenti che sarebbero stati apportati al lavoro della redazione, che sono poi divenuti i principi su cui si basano le redazioni di tutti i quotidiani online, oltre alle motivazioni che lo spingevano a lanciarsi verso tali modificazioni.

Le ragioni del cambiamento

L’era digitale ha profondamento cambiato i modi di vivere e le esigenze dei suoi abitanti; man mano che vi ci addentriamo, infatti, vediamo la nostra vita riempirsi di nuove tecnologie, che la rendono indubbiamente più comoda e, talvolta, meno dura.

L’avvento di quest’era, tuttavia, ha condizionato anche il modo che i lettori hanno di procurarsi le notizie: oggi ci si informa soprattutto su Internet e si pretende di ottenere l’informazione in tempo reale, cosa che un giornale cartaceo non può garantire. Questa modificazione del pubblico dei lettori è stata la motivazione principale che ha spinto una testata importante, come il Corriere della Sera, a creare un quotidiano online.

Infatti, come sostenne lo stesso Fontana “se le passate generazioni hanno imparato ad amare il Corriere della Sera leggendone l’edizione cartacea sul tavolo di casa, quelle future lo faranno solo se troveranno la qualità del Corriere della Sera anche sui propri smartphone, tablet e laptop”.

L’organizzazione del lavoro nella redazione del Corriere

La creazione del sito www.corrieredellasera.it , ha comportato l’introduzione di alcune modifiche all’organizzazione del lavoro.

Infatti, ha reso necessaria la creazione dei turni di lavoro e l’avvio di una continua interazione tra la direzione, le redazioni, i desk che si occupano della cura dei materiali digitali e l’ufficio centrale. Il tutto si svolge di continuo per un lasso di tempo che va dalle 05:30 del mattino alle 01:30 del giorno successivo.

Le strutture del quotidiano online

Dal momento che sono cambiate le richieste del pubblico e l’organizzazione del lavoro, anche le strutture del quotidiano hanno dovuto adattarsi alle novità. Dalla nascita del corriereit, infatti, ha preso l’avvio un desk dedicato interamente alla cura dell’edizione digitale del quotidiano.

Mentre, l’ufficio centrale del giornale è divenuto il punto di convergenza di tutto il lavoro e il cervello che lo coordina in maniera organizzata e chiara. Invece, le redazioni integrate, cioè quelle di cronache, sport, esteri, spettacoli e politica, hanno visto la conferma della loro autonomia di lavoro, che comporta adesso anche la gestione complessiva del proprio canale online. In cambio, però, hanno ricevuto maggior evidenza nella home page del sito internet e nuovo organico.

Il flusso di lavoro delle redazioni online

I giornalisti del corriereit scrivono e lavorano per entrambe le piattaforme. Come scrisse Fontana, infatti, “in ciascuno dei due turni in cui si dividerà la giornata è necessario che ogni redazione integrata garantisca la presenza di colleghi che si occuperanno del coordinamento del lavoro sia per il web sia per la carta”.

Per quanto riguarda la stesura attuale delle notizie, il direttore Fontana aveva già espresso chiare indicazioni nel 2016. Il modo di procedere deve essere il seguente:

  • Un primo lancio della notizia deve essere fatto dal desk digitale, previa ottimizzazione Seo e dello sharing social;
  • Il passaggio della notizia alla redazione competente, da parte dell’ufficio centrale;
  • La rielaborazione della notizia da parte della redazione, tramite approfondimenti e aggiornamenti.