Come arredare una camera da letto in stile Zen?

Camera da letto in stile Zen: caratteristiche e consigli
Negli ultimi tempi, nel settore dell’arredamento, si sta riscoprendo con grande curiosità la camera da letto in stile zen. Già a primo occhio si possono ben capire quali possono essere i motivi che spingono sempre più persone a scegliere questo tipo di stile: ordine, semplicità, mobili minimal che danno un senso di pace e perfetto equilibrio. Nonostante la sua semplicità, però, bisogna dire che vi sono delle regole ferree e precise da rispettare ed il nostro obiettivo è quello di aiutarti in tutto questo. Se alla base vi è sicuramente la classica regola dello scegliere il giusto materasso per te, per quanto riguarda tutti gli altri elementi potrebbero esserci dei dettagli che forse nemmeno immagini. Mettiti comodo, perchè le cose da dirti sono davvero tante.

Camera da letto in stile Zen: caratteristiche e consigli

La camera da letto è una stanza estremamente importante, anche se a volte viene messa in secondo piano da altri spazi ed elementi della casa. In realtà, però, si dovrebbe davvero fare molta attenzione a questo luogo in quanto è dove andremo a riposare il nostro corpo e la nostra mente ed è ben noto di come il riposo sia essenziale per la nostra salute. Ecco, quindi, che la cultura orientale diventa perfetta per creare un equilibrio ed un’armonia nella casa davvero eccellenti ed assicurarti, così, ore di sonno davvero ristoratrici. Ma quali sono le regole da seguire per avere uno perfetto stile Zen? Scopriamole insieme.

Il letto

Il primo elemento che andiamo ad analizzare in una camera da letto in stile Zen è sicuramente quello più importante, ovvero il letto. Partiamo con il dirti che il materasso giapponese è il futon, ovvero un materasso sottile composto da cotone ed alcune lastre di cocco o lattice. Questo materasso ti permette di poter essere arrotolato una volta che ti sarai svegliato per dare ancora più un senso di ordine. Ci teniamo a precisare però, il fatto che la scelta del materasso è davvero importantissima quindi fai attenzione a scegliere quello più adatto alle tue caratteristiche. Se ritieni che il futon non sia quello migliore per te opta per un altro materasso classico. L’importante sono, poi, tutti gli altri dettagli. Detto questo, vediamo un po’ la forma che deve avere un letto Zen. Il letto deve essere fatto completamente in legno in quanto, secondo la tradizione orientale, tutti gli elementi in metallo vanno a rovinare l’equilibrio del nostro spirito danneggiando la qualità del nostro riposo. La struttura deve essere minimal, ovvero il più basica possibile e solitamente anche di forma squadrata così da dare un senso più ordinato e preciso. Anche la posizione è importante. La testiera deve appoggiare in una parete in cui non vi sia una finestra, ed in cui non si veda la porta una volta distesi. È importante, quindi, poter vedere tutta la stanza ma senza vedere a primo impatto l’uscita della porta. In questo modo si avrà la sensazione di un luogo chiuso, protetto e sicuro.

I mobili

Eccoci ora ad i mobili della camera da letto in stile Zen. Anche qui la semplicità regna sovrana. Mobili rigorosamente con ante scorrevoli che solitamente si tende anche a rivestire con del tessuto dal colore neutro o da carta di riso. Anche qui sono ammessi solo mobili fatti interamente con legno ed altri elementi naturali.

Colori ed accessori

Infine, diamo un occhio anche a quei elementi che non sono centrali nell’utilizzo vero e proprio in una camera da letto in stile Zen, ma che danno quei dettagli che fanno subito oriente. Ordine è la parola essenziale in questo stile, proprio per questo motivo non si desidera avere e vedere molti oggetti ed accessori in giro per la camera. Sono ammessi, solitamente, solamente qualche vaso rigorosamente in ceramica con disegni tipici orientali. Per quanto riguarda i colori, poi, si possono utilizzare il bianco, il color sabbia, il colore naturale del legno, il beige, il verde e in generale le tinte riposanti dal sottotono caldo. Come ultimo dettaglio, poi, ecco il separé che in una camera Zen proprio non può mancare.