La storia dei biglietti da visita: dalle tipografie ai servizi di stampa online

La storia dei biglietti da visita: dalle tipografie ai servizi di stampa online

Per un imprenditore, l’oggetto che non deve mai mancare all’interno della sua valigetta è di sicuro un portabiglietti da visita. Questi piccoli strumenti di promozione sono il punto di partenza per una futura trattativa in ambito commerciale. Tutte le operazioni più importanti nascono con due eventi importantissimi: la stretta di mano e lo scambio di biglietti da visita.

Vediamo allora un po’ di storia sulle origini di questo cartoncino tanto importante ed alcune curiosità collegate ai bigliettini da visita.

La storia

Navigando un po’ su Wikipedia (per maggiori informazioni clicca qui) la tradizione dei biglietti da visita fa riferimento ad un’usanza celebre dei cerimoniali cinesi. Quando una persona andava a far visita ad un mandarino, si annunciava attraverso una striscia di carta su cui doveva scrivere le sue generalità ed eventuali titoli e attributi. Successivamente, intorno al 1700 in Francia durante la monarchia di Luigi XIV, questi bigliettini iniziarono ad essere molto utilizzati durante le feste nei palazzi di nobili. All’interno dei corridoi degli appartamenti, il proprietario di casa poneva dei vassoi d’argento su cui gli ospiti poggiavano un biglietto di carta su cui ci scrivevano tutti gli elementi per farsi identificare ed il proprio indirizzo di residenza.

La finalità di questa pratica, era quella di permettere al padrone di casa di tener traccia di chi frequentasse la propria dimora ed, eventualmente, contraccambiare la visita.

Ed è proprio da questo scopo che questi cartoncini hanno preso il nome di “biglietti da visita”.

Durante questo periodo, però, questi strumenti erano semplicemente dei fogli di carta manoscritti ma tutto cambia nella prima metà dell’Ottocento. Dopo aver visto una notevole affermazione tra i mercanti e tra i professionisti, i biglietti da visita hanno visto una crescente implementazione di aspetti grafici: dagli stemmi araldici sino a delle decorazioni vere proprie.

L’impiego della carta porcellana per gli stampati

Nel 1825, in Belgio si vede affermarsi una nuova tecnica di stampa conosciuta come “Carta Porcellana” (Porseleinkaarten) che ha visto una crescente notorietà sia nell’ambito ristorativo per la realizzazione di menù ed altri stampati in formato A3, ma soprattutto nella produzione di cartoncini da visita. La particolarità di questa tecnica è la capacità di conferire un effetto (appunto) porcellana quando la si tocca. Inoltre, erano colorate con tonalità vivace che risaltavano subito agli occhi. Ma cinquant’anni dopo, questa tecnica venne completamente abbandonata a causa delle polveri colorate e ossidi di piombo che portavano gli operai alla cecità.

Con il passare del tempo, le tecniche si sono sempre di più affinate e le performance dei prodotti sono migliorate sempre più. Basti pensare alle tecniche di nobilitazione come la verniciatura parziale a rilievo che mette in evidenza il logo dell’azienda sullo stampato.

Oppure la plastificazione o la realizzazione di biglietti in PVC che donano resistenza ai biglietti da visita, utile soprattutto per chi lavora negli spazi aperti.

La “smaterializzazione” delle tipografie

Con l’avvento della rete Internet però, anche il settore tipografico ha visto dei grossi mutamenti. La nascita del Web ha cambiato drasticamente le abitudini d’acquisto dei consumatori ed anche questo settore si è dovuto adattare. Accendendo il proprio PC e collegandosi ad Internet è possibile scegliere il formato ed il design della propria Business Card. Sempre più aziende ormai, si occupando di stampa biglietti da visita online fornendo dei servizi davvero elaborati che permettono di intercettare ed esaudire tutte le esigenze dei propri clienti. È come se le tipografie che abbiamo sempre conosciuto, si fossero smaterializzate in favore di servizi online che possono ricoprire un territorio più vasto grazie anche all’integrazione della consegna a domicilio.

I prezzi variano a seconda dei materiali, dei formati e dei trattamenti di nobilitazione che si scelgono. Ma la cosa certa è che queste offerte online rappresentano una soluzione low cost e che fa risparmiare molto tempo.