Ristrutturazione aziendale: definizione e ragioni

Ristrutturazione aziendale

La ristrutturazione aziendale (approfondisci qui https://strategiaebusiness.com/ristrutturazioni-aziendali/) diventa una parola d’ordine durante le recessioni economiche. Una società che attraversa un difficile scenario finanziario deve comprendere a fondo il processo di ristrutturazione aziendale. Sebbene ristrutturazione sia una parola generica per qualsiasi cambiamento nell’azienda, quest’ultima è generalmente associata a problemi finanziari.

Definizione di ristrutturazione aziendale

La ristrutturazione aziendale è un’azione aziendale intrapresa per modificare in modo significativo la struttura o le operazioni dell’azienda. Questo di solito accade quando un’azienda si trova ad affrontare problemi significativi ed è in pericolo finanziario. Spesso, la ristrutturazione si riferisce ai modi per ridurre le dimensioni dell’azienda e renderla piccola. La ristrutturazione aziendale è essenziale per eliminare tutti i problemi finanziari e migliorare le prestazioni dell’azienda.

Il management dell’azienda in difficoltà assume esperti legali e finanziari per assistere e consigliare nelle trattative e negli accordi di transazione. La società può arrivare fino a nominare un nuovo CEO specificamente per prendere decisioni controverse e difficili per salvare o ristrutturare la società. In generale, la società può considerare il finanziamento del debito, la riduzione delle operazioni e la vendita delle parti della società agli investitori interessati.

Ragioni per la ristrutturazione aziendale

La ristrutturazione aziendale viene implementata nei seguenti scenari:

Cambiamenti nella strategia

La direzione dell’azienda in difficoltà cerca di migliorare le prestazioni dell’azienda eliminando alcune filiali o divisioni che non si allineano con il focus principale dell’azienda. La divisione potrebbe non adattarsi strategicamente alla visione a lungo termine dell’azienda. Pertanto, la società decide di concentrarsi sulla propria strategia principale e vendere i propri beni agli acquirenti che possono utilizzarli in modo più efficace.

Mancanza di profitti

La divisione potrebbe non essere abbastanza redditizia da coprire il costo del capitale dell’impresa e causare, invece, perdite economiche all’impresa. Le scarse prestazioni della divisione possono essere il risultato della decisione sbagliata del management di avviare la divisione o del declino della redditività della divisione, a causa dell’aumento dei costi o della modifica delle esigenze dei clienti.

Sinergia inversa

Questo concetto è in contrasto con i principi di sinergia di fusione e acquisizione, in cui un’unità combinata vale più delle singole parti d’insieme. Secondo la sinergia inversa, le singole parti possono valere più dell’unità combinata. Questo è un ragionamento comune in vista di una cessione delle attività. La società può decidere che un valore maggiore può essere sbloccato da una divisione cedendolo a una terza parte anziché possederlo.

Requisito di flusso di cassa

Una vendita della divisione può aiutare a creare un notevole afflusso di denaro per l’azienda. Se la società si trova in difficoltà nell’ottenere finanziamenti, la vendita di un’attività rappresenta un approccio rapido alla raccolta di fondi e alla riduzione del debito.

Metodi per cedere le attività

Esistono vari modi secondo i quali un’azienda può ridurre le proprie dimensioni. Di seguito sono riportati i metodi con cui un’azienda separa una divisione dalle sue operazioni:

Dismissioni

In caso di cessioni, una società vende, liquida o gira una controllata divisione. In generale, una vendita diretta delle divisioni della società a un acquirente esterno rappresenta la normalità nelle cessioni. La società di vendita viene compensata in contanti e il controllo della divisione viene trasferito al nuovo acquirente.

Scolpimenti azionari

Con l’intaglio di azioni, viene creata una società nuova e indipendente diluendo la partecipazione nella divisione e vendendola ad azionisti esterni. Le azioni della nuova filiale sono emesse in un’offerta pubblica e la nuova filiale diventa un’entità legale diversa con le sue operazioni, con una gestione separata rispetto a quella della società originale.

Spin-off

Sotto spin-off, la società crea una seconda società indipendente e distinta da quella originale come fatto nelle operazioni di intaglio delle azioni. La differenza principale è che in questo caso non vi è offerta pubblica delle azioni, che invece vengono distribuite proporzionalmente tra gli azionisti esistenti della società. Ciò si traduce nella stessa base azionaria della società originale, con operazioni e gestione totalmente separate. Poiché le azioni della nuova filiale sono distribuite fra i propri azionisti, la società non è compensata in contanti durante questa transazione.

Scissione

In caso di scissione, gli azionisti riceveranno nuove azioni della società in borsa al posto di quelle già esistenti. Il principio, in questo caso, è che gli azionisti dovranno lasciare andare la loro proprietà nella società per ricevere le azioni della nuova filiale.

Liquidazione

Durante la liquidazione, una società viene scomposta e le attività o le divisioni vengono vendute pezzo per pezzo. In generale, le liquidazioni sono collegate ai fallimenti.

Conclusione:

La ristrutturazione aziendale consente all’azienda di continuare a operare in un modo o nell’altro. La direzione dell’azienda cerca di adottare tutte le misure possibili per far proseguire la società. Anche qualora accadesse il peggio e la società andasse in mille pezzi a causa di problemi finanziari, rimarrebbe sempre la speranza che i pezzi ceduti possano funzionare abbastanza bene da consentire all’acquirente di acquisire la società diminuita di prezzo e riportarla, in un qualche modo, alla redditività.