Robintur l’agenzia viaggi del gruppo Coop

Robintur l’agenzia viaggi del gruppo Coop

Il gruppo indipendente Robintur rappresenta la maggiore rete nazionale di agenzie turistiche. A partire dal 2017 ha unito sotto la sua insegna anche la società di viaggi marcate Robintur e Planetario Viaggi (entrambe appartenenti alla Coop Alleanza 3.0). Nell’era dei viaggi fai da te, dei motori di ricerca dei voli low cost e simili, rivolgersi a un’agenzia di viaggi per la propria vacanza sembra essere passato fuori moda. Le cose nel concreto, però non stanno affatto così dato che Robintur è una di quelle realtà in espansione che conta di aprire altre 500 sedi in tutta Italia entro l’anno.

Cos’è Robintur

La società turistica ha sede principale nel capoluogo dell’Emilia-Romagna. Svolge il suo lavoro soprattutto sul concetto di turismo per intrattenimento e svago, sul business travel e sulla nuova realtà dei viaggi di gruppo. La rete d’azione della Robintur conta non solo le agenzie turistiche di proprietà ma anche al altre 200 sedi affiliate (quindi che non appartengono direttamente al marchio Robintur). La localizzazione delle agenzie è altamente strategica, coprono i luoghi chiave e d’interesse della città, per attirare più facilmente il proprio target di riferimento (che comprende diverse sfaccettature) e soddisfarlo al meglio.

Della grande rete Robintur fanno parte anche le insegne “Via Con Noi”, operante più che altro nel Centro-Sud Italia e “Viaggia con Noi/Robintur Travel Partner”.

La storia di Robintur

La società turistica, come accennato, viene fondata a Bologna alla fine degli anni ’80 con l’inaugurazione di “Qui Coop Viaggi”. Infatti, Robintur fa parte di un piano di diversificazione delle attività della fu Coop Adriatica (oggi ribattezzata in versione ampliata: Coop Alleanza 3.0). Il successo dell’impresa non si è fatto attendere molto, perché già nel 1996 (a pochi anni dalla sua apertura) il Gruppo conquista l’intero settore del mercato bolognese. Da quel momento in poi, l’agenzia continua la sua espansione sul territorio nazionale insediandosi inizialmente nelle Marche e in Abruzzo.

Dal lancio della realtà bolognese, la prima, avvenuta in uno dei primi centri commerciali del Paese, diventa una rete di agenzie di viaggi sempre più vasta all’interno di un Gruppo che predilige una gestione centralizzata delle politiche e strategie di marketing aziendale. All’avvento nel XXI secolo, la società bolognese rafforza la sua alleanza con Coop Estense (oggi Coop Alleanza 3.0) e come conseguenza stringe anche un patto con il CTM (Centro Turistico Modenese), attivo sulle città di Modena e Ferrara.

Agenzia di viaggi della Coop

Ad oggi, i soci che fanno parte dell’Alleanza Coop 3.0 sono più di 2 milioni, questo dato la rende una delle Cooperative più vasta d’Europa. Il modello che governa e gestisce l’organizzazione della struttura dell’Alleanza mette al centro i soci. Si tratta di una governance che non tralascia i problemi della singola realtà favorendo solo quelle più forti, ma anzi guarda alla struttura orizzontale e non verticale, in cui ogni membro è importante allo sviluppo del Gruppo.

La figura direzionale della società è affidata al presidente Adriano Turrini. La gestione dell’organizzazione, invece, fa capo al direttore generale Paolo Alemagna. Insieme lavorano per coordinare le strutture e garantire la massima trasparenza per tutti i soci membri dell’Alleanza.

Secondo i recenti bilanci, le agenzie viaggi della Coop investono circa 6 milioni di euro per rilanciarsi nel mondo dei viaggi fai-da-te. Questo è in realtà un settore fertile e in espansione, non in recesso. Appunto perché ormai con un computer e una connessione a internet tutti possono organizzarsi un viaggio da sé, è importante andarsi a inserire laddove gli utenti soffrono ancora del digital divide (target di una certa età). Oppure, si può andare a sfruttare quella fetta di utenti che, sì, hanno tutte le competenze digitali per fare da sé ma non ne hanno voglia,o non hanno lo spirito organizzativo di andare a incrociare fra di loro tariffe e dati.

Per organizzare un viaggio low cost, infatti, ci vogliono certe competenze oppure un certo spirito d’iniziativa e di problem solving. Le agenzie di viaggio della Coop come appunto la Robintur sono specializzate in ciò: organizzare un viaggio al posto dell’utente.

Stefano Dall’Ara, il presidente della rete Robintur dichiara che il 40-50% dei suoi clienti sono soci Coop, ma la forza del marchio sta nel fatto che sono comunque un Gruppo indipendente già presente fra le offerte del libero mercato.