Barba curata? I consigli pratici su come fare

Barba curata I consigli pratici su come fare

Scopri come curare la barba in casa senza andare troppo spesso dal barbiere ed essere sempre in ordine e al top con peli morbidi e folti

Avere una barba curata e sempre in ordine è il desiderio di tutti gli uomini. Di certo serve dedizione e costanza, con tanto impegno, per mantenerla sempre morbida e folta. Ma sono necessari anche dei consigli pratici che aiutano a capire come agire in casa senza andare troppo spesso dal barbiere.

La barba, nel corso della storia, è sempre stata uno dei tratti fisiognomici che ha contraddistinto l’uomo, segno di virilità e forza fin dal tempo dei Greci. E ancora oggi è così, per molti uomini la barba è un segno distintivo ma anche un “aggettivo” da mostrare e tenere sempre alla moda.

E se siete tra gli estimatori della barba e non sapete bene come trattarla a casa non potete che leggere la nostra guida. Qui di seguito consigli e piccoli trucchi per avere una barba curata e sempre in ordine.

Barba curata, attenzione alla crescita

Parlare di barba curata è troppo generico se non specifichiamo che per far crescere la propria barba serve del tempo. In questo in primis ci vuole pazienza. Servono almeno tre o quattro mesi per arrivare ad una lunghezza tale da poter trattare i peli in modo opportuno e costante.

Solo così si potrà pensare di agire poi sulla barba per curarla, darle una determinata forma e un certo stile. La crescita inoltre permette di creare un profilo uniforme. Solo il tempo dunque vi darà la possibilità di creare una barba folta, al punto giusto, da poter essere trattata, sistemata e curata. Non esistono prodotti miracolosi che allungano la crescita della barba. Tutto è affidato solo alla naturalezza del processo.

Barba curata, i prodotti da usare

Per avere una barba curata non servono solo dei prodotti specifici ma delle abitudini quotidiane mirate che non possono mancare nella routine di un uomo.

La prima cosa da fare, infatti, è quella del lavaggio regolare della barba, senza però esagerare. Cosa intendiamo? Che la pulizia dei peli deve essere costante ma non troppo frequente (tra le due e le tre volte a settimana).

La barba tende ad accumulare parecchia sporcizia: a partire dal cibo che vi può rimanere incastrato passando per polvere e polline. Proprio per questo è bene usare un sapone o uno shampoo specifico, non troppo aggressivo, che permette di pulire i peli ed eliminare la comparsa di batteri e possibili irritazioni della pelle. Lo shampoo evita anche che la barba sia troppo crespa e secca. I migliori shampoo, infatti, soprattutto di origine naturale, contengono sostanze che idratano e nutriscono i peli.

Va a braccetto con lo shampoo ed è il re indiscusso per la cura della barba: l’olio. Non solo idrata i peli e la pelle, evitando il prurito, ma ammorbidisce anche la barba così da apparire più ordinata. Ma l’olio riesce a fare anche di più. Dona un aspetto sano ed elimina la secchezza e la forfora.

Molto consigliato è anche l’uso del balsamo che combinato con l’olio aiuta a rendere morbida la barba, ad eliminare le doppie punte ed i nodi.

Importante è anche l’utilizzo di una spazzola. Un accessorio indispensabile per chi voglia avere una barba curata e sempre al top. Essa serve per pettinare e direzionare l’andamento dei peli della barba. Allo stesso tempo aiuta ad eliminare le impurità ma anche ad applicare in modo uniforme l’olio.

Barba curata, l’importanza della rasatura

Nella cura della barba rientra anche la rasatura. È necessario, infatti, spuntare la barba per mantenere costante la sua forma e farla apparire sempre in ordine e bella. I peli che vanno eliminati sono quelli che non crescono omogeneamente insieme agli altri e tendono a diventare folti più velocemente.

Se non c’è una cura costante la barba cresce in modo asimmetrico e il proprio aspetto sembrerà alquanto trasandato. L’area a cui prestare più attenzione è quella sotto il collo e vicino alle guance, due zone che hanno bisogno di una rasatura costante. In questo caso la scelta tra un rasoio elettrico o a mano libera è molto personale.