Filmati in 4k, cosa sono e dove vederli

Filmati in 4k, cosa sono e dove vederli

La tecnologia 4k, il cui nome ufficiale è stato definitivamente approvato dallo ITU – International Telecommunication Union come Ultra HD, ovvero Ultra High Definition, è la più recente evoluzione dell’alta risoluzione. Gli step precedenti che hanno visto crescere costantemente il settore negli ultimi 20 anni con la conseguente ottimizzazione della visualizzazione di video e immagini partono dalla risoluzione SD Standard Definition poi seguita dalla definizione HD, Full HD e 3D, fino ad arrivare oggi all’Ultra HD. Un’eccellenza caratterizzata da potenzialità ancora in parte inesplorate soprattutto da questo lato del mondo, al contrario ad esempio del tecnologico Giappone dove la presenza di contenuti e strumenti avanzati per visualizzarli è una condizione che ne determina la maggiore diffusione.

Così come l’High Definition comprende il formato base 720p e il Full HD o 1080p, la Ultra HD presenta a sua volta i due formati 4k e 8k denominati anche 2160p e 4320p. Tuttavia i miglioramenti qualitativi non riguardano solo la risoluzione video ma piuttosto un insieme di fattori presi in considerazione al fine di rendere l’esperienza ancora più immersiva e realistica.

  • I vantaggi del 4k

Certamente la possibilità di avere contenuti caratterizzati da un numero di pixel quattro volte superiore a quello del formato Full HD è la principale prerogativa della tecnologia 4k, ma non l’unica. Questo aspetto incide sulla qualità dell’immagine, e di conseguenza dell’esperienza, in quanto le figure sullo schermo sono decisamente più dettagliate e definite grazie alla dimensione ridotta dei pixel che rende la visione nitida sia sugli schermi piccoli di smartphone e tablet che su quelli più grandi di cinema e televisori.

Ma un altro aspetto interessante dei filmati in 4k risiede nella comodità di poterli guardare anche a distanze ravvicinate senza dover rispettare quelle normalmente consigliate per evitare di essere infastiditi dalla percezione delle matrici dei singoli pixel. Riferendosi ancora alla riduzione dei fattori di disturbo, girare in 4k consente di diminuire il livello di rumore registrato ad esempio in condizioni di luce scarsa e di mantenere una maggiore stabilità delle immagini. In termini di colore e luce invece questi video sono potenziati sia dalla quantità e dalla qualità dei pixel che mediante l’utilizzo di tecnologie e processori grafici appositamente studiati per pannelli 4k e quindi in grado di moltiplicare le sfumature dei colori e lavorare in maniera selettiva accendendo e spegnendo i LED in modo da rendere più realistica l’immersione nella scena.

  • Dove guardare i filmati in 4k

Originariamente concepito come formato cinematografico vista la resa dell’Ultra HD sui grandi schermi, oggi la tecnologia 4k diventa più accessibile e si affaccia anche nell’ambiente domestico attraverso i televisori di ultima generazione con apposita tecnologia 4k, purtroppo caratterizzati ancora da un prezzo abbastanza elevato ma al contempo anche da una grande potenzialità per quanto riguarda le funzioni disponibili. Sono infatti molteplici le modalità per riprodurre contenuti.

Si va dalla lettura di materiale audio-video da supporti esterni come hard disk o chiavette USB facilmente collegabili alle smart TV tramite un’apposita app, alla piattaforma YouTube che permette di selezionare la qualità del video tra le quali la Ultra HD o i servizi in streaming come Netflix, Amazon Prime Video e il servizio Mediaset Infinity, anch’essi tutti accessibili attraverso specifiche applicazioni. Infine, in alternativa alle app, è possibile collegare al televisore dispositivi tramite la porta HDMI in modo da riprodurre i contenuti da Internet. Alcuni esempi in tal senso sono il donge Chromecast di Google che può trasmettere dati da computer, tablet e smartphone, il lettore Blu-Ray 4k, i TV Box Android, il media centre Apple TV realizzato da Apple oppure le console di gioco come la PlayStation 4 PRO, l’Xbox One S e l’Xbox One X.

Va inoltre specificato che nella maggior parte dei casi i televisori presentano diversi setup preimpostati per la visione di contenuti diversi come film o eventi sportivi ad esempio, ma in parallelo danno la possibilità alle persone di calibrare le caratteristiche audio e video in maniera personalizzata. Nella scelta di quale dispositivo utilizzare per sfruttare al meglio i vantaggi della tecnologia 4k è dunque importante considerare oltre al tramite scelto anche caratteristiche e dimensioni del televisore e la potenza della rete internet.