Le migliori app per evitare gli autovelox, ecco quali scegliere

Le migliori app per evitare gli autovelox, ecco quali scegliere

Gli autovelox fanno paura a tutti gli automobilisti, anche quelli più cauti e attenti. Spesso non sono segnalati o sono poco visibili e beccare una multa alquanto salata non è per niente difficile. Una sanzione di questo tipo riesce a rovinare sempre le giornate, soprattutto se si è in vacanza e l’infrazione è per pochi km/h oltre il limite consentito. 

Anche se la legge impone di segnalare questi dispositivi per tempo e con cartelli ad hoc non sempre viene fatto e le insidie possono essere sempre dietro l’angolo. Allo stesso tempo non è difficile rendersi conto della presenza di un autovelox all’ultimo momento, quando il tempo per rallentare ormai non basta più. 

E allora come cercare di aggirare questo ostacolo? Consultando le migliori app per evitare gli autovelox che permettono di rilevare la loro posizione per tempo. Installando una di queste sul proprio smartphone l’automobilista, grazie a indicazioni visive e sonore, è allertato sui prossimi autovelox sulla strada e così riesce a gestire meglio la velocità senza incorrere in multe. 

Alcune tra le migliori app per evitare gli autovelox

Una tra le migliori app per evitare gli autovelox più utilizzate agli utenti che si muovono in macchina è senza dubbio Google Maps. Presente su tutti gli smartphone ed erogata da Google, oltre ad indicare il percorso, per chi viaggia in macchina e chi si muove a piedi, è ottima anche per segnalare le condizioni del traffico in tempo reale e la presenza degli autovelox. Questo è stato possibile grazie ai nuovi aggiornamenti, sia per Android che iOS. Le notifiche sugli autovelox includono anche i T-Red, quelle relative alle telecamere installate sopra i semafori che si occupano di registrare il passaggio con il rosso. 

La segue e si associa WAZE, altra app gratuita, per iOS e Android. È di certo una delle app più popolari di questo genere per chi cerca qualcosa che vada oltre le proposte di Google. Presenta per gli automobilisti il percorso con meno traffico e soprattutto segnala se sul tracciato si presentano degli “wazer”, ovvero tutti i possibili intoppi. Non solo autovelox, ma anche T-Red e zone con tutor in autostrada, con mappe sempre aggiornate e segnali acustici che ne segnalano la presenza. Gli avvisi, inoltre arrivano anche per incidenti, code di traffico e altri possibili rallentamenti. 

Altra buona app è TomTom Autovelox, anch’essa gratis ma disponibile solo per Android. Come si capisce dal nome, la prima azienda che si è occupata dei navigatori, è scesa in campo anche per segnalare la presenza degli autovelox. Precisione e tempestività la contraddistinguono nell’individuare tutti i tipi di autovelox: fissi, mobili, tutor e T-Red, oltre che il traffico in tempo reale. Basta accedere al Gps e il funzionamento è garantito. 

Altre app per rilevare gli autovelox 

Ci sono ancora delle altre app che aiutano a rilevare gli autovelox in strada. Tutte da segnare e molto apprezzate dagli automobilisti. Una di queste è Autovelox fissi e mobili, gratuita e disponibile per Android e iOS. Già il nome è chiarificatore e il suo successo è dato dalla facilità di utilizzo e per il fatto che fornisce un servizio immediato e completo, lavorando anche in background. 

Altro rilevatore di autovelox molto affidabile è Radarbot. App gratuita e che funziona anche in background. Tramite le notifiche avvisa il conducente della presenza dei dispositivi, senza differenze tra tipologie, in strada: dai fissi ai mobili, da quelli specifici per la galleria fino alle postazioni tutor e quelle ai semafori. Infine, segnaliamo Coyote: autovelox gps traffico, disponibile per Android e iOS, ma rispetto a tutte quelle citate fino ad ora, a pagamento (5,99 €/mese. È un’app di navigazione molto completa. Non propone, infatti, solo la segnalazione di autovelox e limiti di velocità, ma anche una serie di funzioni legate al percorso. Ci sono le mappe 3D, ricalcolo del percorso in tempo reale fino alle indicazioni sul traffico in tempo reale e le ZTL.